Spesso i credenti si lasciano “sedurre” (nel senso negativo) dal diavolo, che fa credere loro di avere, nonostante il perdono di Dio, delle colpe o dei peccati che il Signore possa stentare a perdonare. Questa è una menzogna! La bibbia ci insegna chiaramente che Dio afferma: “io avrò misericordia delle loro iniquità e non mi ricorderò piú dei loro peccati e dei loro misfatti”(Ebrei 8:12). Con questa potente dichiarazione da parte di Dio, il credente dovrebbe, fin da subito, dimenticare i propri peccati dopo averli confessati. Il Signore, con il perdono donatoci dopo la confessione, ha misericordia dei nostri peccati e “non li ricorda più”. Chi siamo noi per andare oltre e dire “ho troppo peccato contro Dio”? Guardiamo avanti fratelli, se abbiamo peccato, pazienza, rimbocchiamoci le maniche per non cadere negli stessi errori. Quando viviamo la Signoria di Cristo, Dio non guarda direttamente la nostra persona, ma ci guarda attraverso Gesù e vede in noi la presenza del suo unigenito Figlio. Facciamo sapere a Satana che “non vi è alcuna condanna per coloro che sono in Cristo Gesú”(Romani 8:1)

Sezione :

Riflessioni

Note su questo testo :

Il diavolo vuole farci sentire sempre colpevoli, ma chi è stato perdonato non ha alcuna condanna in lui

Descrittori :

Riflessioni,perdono,colpa,Ebrei 8:12,Romani 8:1